Smart Working, perchè non smettere.

Durante questo periodo difficile, ci siamo dovuti rendere conto dell'importanza e della fortuna che abbiamo di vivere in un mondo così "digitalizzato".

Il lavoro da casa è passato da essere un tabù a essere un esigenza pratica per molti di noi,  tanto che, durante l’emergenza covid la legge n.81/2017 è stata rivisitata con modalità di accesso al lavoro agile per la durata dello stato di emergenza e sembra sia stata apprezzata da lavoratori e aziende coì tanto che molti ora si chiedono: Come lavorare online per le aziende?

Scopri insieme a noi quali sono i vantaggi dello smart working per aziende e lavoratori, come accedervi e come possiamo semplificarti la vita lavorativa noi di Fiberdroid.

Smart working, cos'è?

Smart working o sempre più spesso lavoro agile, non è solo lavorare da casa altrimenti si classifica come telelavoro cioè con vincoli di orario  e regole contrattuali precise e  dislocato esclusivamente in un posto diverso dall’ufficio, di solito a casa del dipendente.

Smart working ha un significato molto più profondo legato al rapporto tra il lavoratori, per dirlo con parole semplici potremmo dire che è un modo di rivedere il rapporto tra il lavoratore e l'azienda, dando autonomia nelle modalità di lavoro in cambio del completo raggiungimento del risultato; in questo modo ci si libera da tutti quei vincoli intellettuali, spaziali e temporali legati al lavoro tradizionale. Si pensi solo al tempo perso per raggiungere l'ufficio!

Per dirlo in modo un pò più preciso citiamo la School of Management del Politecnico di Milano che recentemente ha definito lo smart working come:

una nuova filosofia manageriale fondata sulla restituzione alle persone di flessibilità e autonomia nella scelta degli spazi, degli orari e degli strumenti da utilizzare a fronte di una maggiore responsabilizzazione sui risultati

Smart working definizione

Il lavoro agile, o smart-working è stato definito nell'ordinamento italiano come:

una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato stabilita mediante accordo tra le parti, anche con forme di organizzazione per fasi, cicli e obiettivi e senza precisi vincoli di orario o di luogo di lavoro, con il possibile utilizzo di strumenti tecnologici per lo svolgimento dell'attività lavorativa.

Questi dubbi, nascono spesso dal fatto che viene confuso il telelavoro con lo smart working. Durante la pandemia di coronavirus, ci siamo trovati di colpo ad affrontare l'impensabile costringendoci ad adottare provvedimenti istantantanei di emergenza, per cui spesso ci si è ritrovati a svolgere il proprio lavoro da casa, al meglio delle possibilità.

Seppur simile non è questa la filosofia di uno smart worker, infatti un lavoratore da remoto è in grado di portare a termine completamente i suoi obbiettivi e anzi trarre vantaggi dalla completa autonomia sui luoghi di lavoro.

Smart working, per quanto tempo ancora?

il decreto emergenza finirà 15 ottobre 2020 o sarà prorogato? verrà approvata una legge che incoraggi lo smart working?

A causa della proroga al 15 ottobre 2020 della fine dello stato di emergenza, è ancora possibile accedere alla forma di smart working semplificata, in particolare l'utilizzo del lavoro agile è stato prorogato:

fino al 14 settembre Per igenitorilavoratori dipendenti che hannoalmeno un figlio minore di anni 14.
fino al 15 ottobre Per tutti il gli altri lavoratori. In particolare quelli più esposti a una situazione di rischio di contagio da coronavirus, in seguito a una visita medica e in ragione dell'età, delle patologie pregresseo in situazioni di maggiore rischiosità certificate dal medico.

Per saperne di più sulla proroga del decreto che semplifica lo smart working e lo permette indipendentemente dall'accordo tra le parti ti invitiamo a leggere qui da il sole 24 ore:

https://www.ilsole24ore.com/art/smart-working-chi-puo-farlo-fino-meta-ottobre-e-chi-deve-interromperlo-l-inizio-scuola

Ti alleghiamo anche il documento ufficiale rilasciato dalla camera riguardante le misure adottate per fronteggiare l'emergenza coronavirus in italia:

Scarica pdf della camera

Quello che noi di Fiberdroid ci auguriamo è che la pratica dello smart working non venga dimenticata ma anzi incentivata almeno dove il lavoro si presta bene ad essere svolto in modalità agile.  Come potrai leggere sotto abbiamo creato una lista di possibili vantaggi e svantaggi derivanti da questa modalità di lavoro e una piccola guida per imparare a conoscere meglio lo smart working e cosa ne consegue.

Strumenti per smart working

Come avrai capito leggendo sopra, fare smart working non è così semplice e immediato come può sembrare. Se da una parte il lavoratore si trova agevolato dallo smart working a causa della flessibilità sugli orari e sui luoghi di lavoro, dall'altra deve anche fare i conti con la propria organizzazione, la capacità di adeguarsi alle nuove tecnologie e la capacità di scegliere gli strumenti adatti.

Allo stesso modo per i datori di lavoro diventa sempre più importante trovare strumenti con cui misurare le performance dei loro dipendenti.

Ci sono alcuni strumenti che prescindono il tipo di lavoro che si fa e che sono, nella maggior parte dei casi, fondamentali. Parliamo ovviamente dei sistemi di videoconferenze, chiamate e videochiamate non possono che essere una parte fondamentale della vita di uno smart workers.

In questo caso noi di Fiberdroid siamo prontissimi, possiamo fornirti un sistema di videoconferenza con altissime qualità audio/video in cui è possibile oltre che fare conferenze con molti partecipanti, condividersi lo schermo e tutto ciò che ti serve per interagire con i tuoi colleghi.

Insieme a tutto questo possiamo fornirti fibra ftth con un ip statico e un interno telefonico cloud, insomma con fiberdroid puoi spostare ricreare il tuo ufficio a casa in pochissime ore!

Se sei interessato vieni a vedere la pagina di tariffe e offerte per smart workers di fiberdroid.

Cosa serve a una azienda per uno smart working efficiente?

In questo periodo di emergenza le istituzioni hanno dovuto regolamentare il tema dei lavoratori agile, infatti in questo periodo ci sono delle procedure semplificate per poter accedere allo smart working.

Di seguito abbiamo creato una mappa concettuale col fine di esprimere come si è evoluto nel tempo lo smart working con i vari decreti.

Come creare una strategia efficace di smart working?

Se sei un lavoratore e ti dovrai affacciare allo smart working, ecco per te 5 semplici consigli su come affrontare al meglio questa situazione.

1. Assicurarsi di comprendere bene il lavoro da svolgere e porsi degli obbiettivi da raggiungere, in questo modo limiterai al massimo la perdita di tempo per eventuali meeting di coordinamento.

2. Assicurati di creare uno spazio adeguato all'interno di casa o di dove sarà la tua postazione. Uno spazio pensato bene e in cui ti trovi a tuo agio non può che renderti più produttivo.

3. Impostarsi dei ritmi prefissati. Seppur il lavoro da casa ci piace proprio per la libertà che ci lascia anche in termini temporali, darti un minimo di regolamento ore ti eviterà di lavorare più del dovuto o viceversa lavorare meno del dovuto.

4. Evitare distrazioni. Lavorare da casa per quanto possa sembrare produttivo, potrebbe rivelarsi anche l'esatto opposto; proprio per questo è importante ridurre al minimo le distrazioni.

5. Cercare di sentirsi in team anche da lontano. Grazie agli strumenti di teleconferenza e di messaggistica non è mai stato così semplice, tutto sta nelle tue mani.

Smart working, conviene davvero?

Sono un datore di lavoro, mi conviene dare un contratto agile? Sono un dipendente, mi conviene accettare un contratto agile? Con lo smart working guadagnerò meno? E cosi via di domande se ne sono sentite tante in questo periodo, ecco una breve panoramica del perchè almeno statisticamente lo smart working sembra vincente.

Tra le aziende che hanno partecipato all'indagine risulta che circa il 64% dei partecipanti ha dichiarato che i propri dipendenti sono stati soddisfatti di questa modalità di lavoro. Ancora più significativo: il 40% ha dichiarato di non aver ricevuto nessun tipo di rallentamento neanche all'inizio, il 25% di aver avuto rallentamenti limitati scomparsi poco alla volta.

Tra gli aspetti negativi va notato che: circa il 40% delle aziende ha dichiarato di avere avuto problemi organizzativi, in particolare i primi giorni, legati agli strumenti nuovi o anche solo alla difficoltà di comunicazione rispetto al faccia a faccia.

L'altra faccia della medaglia sono però i pareri dei lavoratori stessi dei quali più del 90% degli smart workers da breve data si è detto soddisfatto e di aver mantenuto la stessa produttività, solo il 5% dichiara una riduzione dei ritmi di lavoro, di cui il 2% pensa sia dovuta all'ambiente informale, il 3% dovuta alle distrazioni che lavorare da casa comporta. E interessante notare che se si analizzano solo le risposte di donne con uno o più figli la percentuale si alza fino al 30%.

Vantaggi e svantaggi dello smart working in breve

Come avrai capito la ricetta per uno smart working perfetto non esiste, ma se il tuo tipo di lavoro si presta a essere svolto in questa modalità agile; una volta preso il ritmo non potrai più farne a meno.

Di seguito riportiamo quali sono i vantaggi che spiccano di più:

  • Riduzione drastica dei tempi morti, nel tempo in cui raggiungevi l'ufficio ora hai già bevuto il caffè e ti sei messo alla scrivania.
  • Nessun vincolo di movimento, stop alle spese di trasporto e non da meno contribuirai a ridurre l'inquinamento ambientale.
  • Maggiore autonomia temporale, oggi non hai potuto lavorare per un impegno inderogabile? Nessun problema ora hai tutti gli strumenti a casa per recuperare il tempo perso a qualsiasi ora, magari con una tazza di tè fumante.
  • Maggiore autonomia nelle modalità di lavoro. Dallo smart working derivano grandi responsabilità, autonomia nella scelta degli strumenti di lavoro significa poter mostrare il proprio vero potenziale. Allo stesso tempo ne consegue anche una maggiore gratificazione del lavoratore al raggiungimento degli obbiettivi.
  • Aumento della produttività in breve tempo e i giorni di malattia diminuiscono.
  • I lavoratori papà potranno imparare a fare la lavatrice

Come tutte le cose non possiamo fare a meno di considerarne anche gli svantaggi legati a questo mondo:

  • Necessità di doversi approcciare a nuovi strumenti, nuove tecnologie e un nuovo modo di vedere il lavoro.
  • Difficoltà di comunicazione, specialmente in contesti in cui si fa ancora poco uso di strumenti di teleconferenza.
  • Scarso controllo, soprattuto in alcune realtà, da parte dei datori di lavori che non riescono ad avere degli strumenti adeguati per monitorare l'operato dei propri dipendenti.
  • Lo smart working non funziona ugualmente bene per tutte le mansioni, anche all'interno della stessa realtà.

Vantaggi per le aziende

Già prima delle epidemia di coronavirus, erano piu di 500mila i lavoratori agile in Italia. Questo testimonia come, anche prima dell'emergenza sempre più aziende abbiano scelto di percorrere la strada dello smart working. Sono infatti moltissime le testimonianze entusiaste di aziende che hanno tratto benefici da questa "nuova" modalità di lavoro.

In particolare tra i vantaggi più testimoniati troviamo l'aumento di produttività e la diminuzione di assenteismo. Che uniti ai vantaggi dovuti alla libertà sui luoghi di lavoro forma un pacchetto completo di vantaggi a cui diventa sempre più difficile rinunciare.

Vantaggi per i lavoratori

 Come si può facilmente intuire lo smart working è una pratica già molto diffusa nelle grandi aziende con una media del 20% dei dipendenti in smart working già nel 2019. Molto meno diffuso invece lo smart working tra le piccole e medie imprese, anche se dal 2019 in poi anche favorito dall'emergenza coronavirus c'è stata una vera e propria esplosione di lavoratori da remoto anche tra le piccole e medie imprese. Riprendendo un indagine di Confindustria risulta che il 76% degli smart workers si dice soddisfatta del proprio lavoro contro il 55% degli altri lavoratori. Per quanto riguarda invece l'organizzazione del lavoro, risulta che il 33% degli smart workers si dice soddisfatto contro il 15% degli altri lavoratori.

Smart working in Italia

 Come si può facilmente intuire lo smart working è una pratica già molto diffusa nelle grandi aziende con una media del 20% dei dipendenti in smart working già nel 2019. Molto meno diffuso invece lo smart working tra le piccole e medie imprese, anche se dal 2019 in poi anche favorito dall'emergenza coronavirus c'è stata una vera e propria esplosione di lavoratori da remoto anche tra le piccole e medie imprese. Riprendendo un indagine di Confindustria risulta che il 76% degli smart workers si dice soddisfatta del proprio lavoro contro il 55% degli altri lavoratori. Per quanto riguarda invece l'organizzazione del lavoro, risulta che il 33% degli smart workers si dice soddisfatto contro il 15% degli altri lavoratori.

Lo smart working secondo noi di Fiberdroid

Aldilà delle statistiche che spesso si rivelano un pò fini a se stesse, noi di Fiberdroid parliamo rassicurati dall'esperienza; lo smart working dove si può applicare ha un grandissimo potenziale sia in termini di profitto che in termini di qualità della vita del lavoratore. Proprio per questo il concetto di smart working fa parte della nostra realtà fin dalle origini di Fiberdroid e di ZucchinaTech, in cui lo viviamo tutti i giorni in prima persona. Proprio grazie all'esperienza che abbiamo maturato ci sentiamo in grado di fornirti tutto ciò di cui hai bisogno in un pacchetto completo che copre tutte le tue esigenze per quanto riguarda lo smart working, tutto ad un prezzo contenuto.

Durante questo periodo difficile, ci siamo dovuti rendere conto dell'importanza e della fortuna che abbiamo di vivere in un mondo così "digitalizzato". Il lavoro da casa è passato da essere un tabù a essere un esigenza pratica per molti di noi, tanto che il 24 aprile del 2020 tutti i vuoti e i dubbi legislativi legati al mondo degli "smart workers" sono stati colmati dalla legge.

Condividi

Ultimi articoli

Icona wireless
Fibra ottica, come imparare a sceglierla.

Al giorno d'oggi in cui internet è part...

Icona wireless
4G e Ponti radio, come funziona il wireless senza fili.

Con wireless dall'inglese senza fili, si...

Siamo l'azienda che ti permette di avere un'unica assistenza per internet, wifi, centralino cloud, fibra, connettività e piattaforma tecnologica.

Via Enrico Cosenz, 54 20158 Milano - Mi
P.Iva & C.F. 07057060969
Tel. +39 02 40706604

Seguici sui social

©2021 Fiberdroid

Fiberdroid è parte del gruppo Zucchinatech s.r.l.